Lingua 

Aggiornamenti  | Medjugorje  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Video  | Galleria | Mappa del Sito  | Sulle[EN]  | Registro degli Ospiti

www.medjugorje.ws » Text version » Articoli i Notizie » Medjugorje Libro Giallo » L'Adorazione al Santissimo - Medjugorje Libro Giallo -- Vi supplico ascoltate i miei messaggi e viveteli

Medjugorje Libro Giallo

Vi supplico ascoltate i miei messaggi e viveteli

Other languages: English, Italiano
Contenuto dell'articolo
  1. « Adesso non pregate, mettetevi in silenzio e lasciatemi passare attraverso i vostri cuori »
  2. I messaggi della Madonna ci preparano per gli avvenimenti che ci attendono
  3. Il piano del Signore non è universale, è individuale
  4. Se io mi metto sul livello dei messaggi e li vivo, il futuro non e più nascosto per me
  5. «Tutti coloro che ascoltano e vivono i miei messaggi sono la mia Parrocchia»
  6. « In questo anno offrirò la mia pace al mondo »
  7. « Dovete sentirvi nulla. È il Padre che farà tutto »
  8. « Prendete le vostre croci con gioia »
  9. L'amore è l'unica forza che salva
  10. « Eccomi, sono la serva del Signore »
  11. Non impedite che Gesù vi ami
  12. « Cari figli, accogliete tutto quello che il Signore vi offre »
  13. Si impara la fede attraverso un'apertura umile
  14. « Cari figli, voi dimenticate che siete tutti importanti »
  15. «Ogni famiglia sia attiva nella preghiera»
  16. « Cari figli, voi siate la gioia di tutti gli uomini, siate la speranza ad ogni uomo »
  17. L'apertura del cuore allo Spirito Santo ci porta alla profondità della conoscenza
  18. «Appena vedete un peccato confessatelo, affinché non rimanga nascosto nelle vostre anime »
  19. « Vi invito perché mi offriate i vostri cuori, affinché io possa cambiarli e farli simili al mio Cuore »
  20. « Cari figli, oggi vi invito a vivere l'amore con Dio e con il prossimo nella vostra vita »
  21. « Siate luce a tutti e testimoniate nella luce »
  22. « Con queste grazie, cari figli, desidero che le vostre sofferenze diventino la gioia »
  23. Preparate i vostri cuori per l'incontro con Dio
  24. « Il vostro obbligo non è tanto di fare, quanto di adorare Dio, di stare con Dio »
  25. Entrare nella preghiera del cuore
  26. «Senza preghiera, cari figli, non potete sentire né Dio, né me, né la grazia che vi sto dando»
  27. Se voi vi offrite completamente al Signore, permettete a Lui di guidare la vostra vita
  28. « Se desiderate sentire che Dio è quella vera pace che cercate, allora semplicemente dovete pregare col cuore »
  29. « Io desidero soltanto che per voi il Rosario diventi la vita »
  30. Che cos'è la preghiera?
  31. Consacratevi ogni giorno alla Vergine
  32. « Impegnatevi con l'amore dove siete »
  33. La Madonna chiede la confessione settimanale alle persone che si consacrano
  34. Camminate sotto il Cielo aperto
  35. « Desidero che anche per voi la croce sia gioia »
  36. « Pregate per poter accettare la croce »
  37. « Non siete pieni di gioia perché non siete in grado di capire il mio amore immenso »
  38. Scrivete nei vostri cuori che Dio è il Signore
  39. L'Adorazione al Santissimo
  40. « Desidero invitarvi a prendere e vivere sul serio i messaggi che vi do »
  41. « Pregate, cari figli, solo così potrete conoscere tutto il male che sta in voi ed offrirlo al Signore, in modo che il Signore possa purificare del tutto i vostri cuori »
  42. Siamo invitati di nuovo a dire il nostro « si »
  43. Bisogna pregare in continuo
  44. « Il mio cuore segue attentamente i vostri passi »
  45. « Io invito le famiglie alla santità. Che le famiglie siano un luogo dove nasce o sta nascendo la santità »
  46. « Vuoi offrirti anche tu per la salvezza del mondo? »
  47. La preghiera senza sosta è la nostra vita
  48. « Cari figli... »
  49. « Vi ho offerto tutto e da voi sarà chiesto tutto »
  50. MESSAGGIO DELL'8 GENNAIO 1987: « Da oggi darò meno messaggi, ma sono con voi »
  51. « Cari figli, ormai si è compiuto quello che il mio Signore ha programmato »

Meditazioni (sui Messaggi) di P. Tomislav Vlasic e P. Slavko Barbaric - Anno 1986

Io credo che noi, tutti quanti, se vogliamo essere veri pellegrini, dobbiamo fare questo passo, anche se le potenze del mondo ci schiacciano, ci costringono: offrire con la pace le nostre vite e continuare a vivere questa offerta umilmente. Soltanto così Dio sarà glorificato in noi.

Penso che questo è molto importante, perché tutti noi siamo pronti a fare la lotta per la Madonna, a discutere, a tirare le conclusioni logiche, a portare gli argomenti umani, ma tutto quello è di poca importanza.

Dobbiamo riflettere, dobbiamo portare una chiarezza anche umana, ma in fondo è Dio che agisce e, quando non abbiamo nessuna forza umana, anche lì dobbiamo rimanere in pace, sicuri che Dio vincerà.

Perché tutti noi vogliamo un trionfo, un trionfo sulla terra, ma il trionfo sulla terra non ci sarà: soltanto chi si offrirà, come si è offerto Gesù, arriverà ad un trionfo nel Cielo. Qui sulla terra l'unico trionfo è di offrire la nostra vita, affinché il nostro fratello sia salvato.

(P. Tomislav Vlasic - 8 febbraio 1986)
Milano, 10 marzo 1987

L'Adorazione al Santissimo

Ieri vi ho parlato sulla presenza di satana e vi ho detto che satana è la fonte della guerra sia negli uomini sia nell'uomo.

Se volete essere coloro che aiutano la Madonna in questa battaglia contro il male, Dio e la Madonna hanno bisogno dei vostri sacrifici e delle vostre sofferenze, hanno bisogno che le vostre malattie siano accettate.

Riflettiamo un po' sulla vita di Gesù Cristo: la sua vita sulla terra finisce con la Passione. È stato arrestato nell'Orto degli ulivi. Lui che poteva fare i miracoli, non li ha fatti. Si è sottomesso alla flagellazione, a portare la Croce e, alla fine, a morire. E proprio lì finisce il Suo cammino spirituale: nell'abbandono totale al Padre. Così anche noi, soltanto accettando le nostre sofferenze, sopportandole ed offrendole al Signore, possiamo soddisfare per i peccati del mondo. Se noi non accettiamo le nostre sofferenze, le nostre malattie, il peso di questa vita, che di solito viene come conseguenza del peccato comunitario, non abbiamo capito la nostra parte nella salvezza del mondo.

In questo periodo quello che io ho sperimentato dentro di me, che sento e per cui vorrei richiamarvi, è questo: voi avete sentito di tanti templi di satana. Secondo le notizie che possiedo, voi italiani avete a Torino un tempio di quarantamila adepti di satana, persone consacrate a satana. A Londra c'è un tempio di sessantamila consacrati a satana. Sappiamo e conosciamo la loro attività delle messe nere, in cui Gesù viene calpestato sotto i piedi, in cui si cerca in ogni modo possibile di umiliare Gesù Cristo. Secondo me, noi possiamo affrontare questo soltanto con l'Adorazione al Santissimo e con l'accettazione delle sofferenze, offrendole in soddisfazione per questi peccati.

Pensiamo ancora troppo poco che il male nel mondo e il peso della vita provengano dal peccato e da satana. Se vogliamo vincere, se vogliamo sradicare questa fonte del peccato e delle sofferenze dobbiamo offrire al Signore le nostre croci, le nostre difficoltà, i nostri sacrifici, così che dentro di noi si rinnovi l'esperienza della Passione e della Risurrezione di Gesù Cristo.

In questo periodo dobbiamo capire veramente che noi fedeli siamo coloro che nel proprio corpo devono vivere la Passione di Gesù Cristo, viverla con amore, viverla con pace. Questo lo capirete meglio se leggerete di nuovo, e sempre di nuovo, il brano del Vangelo di Matteo 6,24-34, dove la Madonna chiede a tutti noi un abbandono totale, anche quando vengono le sofferenze e le difficoltà.

Vi ho detto che possiamo affrontare satana soltanto per mezzo dell'Adorazione al Santissimo. La nostra adorazione migliore è se noi diamo lode al Signore nelle nostre sofferenze: « Grazie, Signore per queste sofferenze. Grazi é, perché io posso sopportare qualche cosa per te. Grazie perché posso soddisfare per i peccati del mondo. Grazie perché posso offrirmi per i bisogni della Chiesa, per i bisogni del mondo ». L'espiazione, la soddisfazione per i peccati.

In uno degli ultimi messaggi la Madonna ci ha detto che dobbiamo capire che le piccole sofferenze, le piccole rinunce, sono necessarie e utili per Lei e per noi per portarci verso la santità. Dall'altra parte ha detto: « Io vi guido e voglio guidarvi sulla strada della santità, però io non desidero costringervi ad essere santi per forza ».

Allora accettiamo queste sofferenze, queste rinunce, affinché attraverso di esse possiamo espiare per i peccati del mondo.

(P. Tomislav Vlasic - 25 ottobre 1986)

 


 

PC version: Questa pagina | Medjugorje | Apparizioni  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Galleria[EN]  | Medjugorje Videos[EN]