Lingua 

Aggiornamenti  | Medjugorje  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Video  | Galleria | Mappa del Sito  | Sulle[EN]  | Registro degli Ospiti

www.medjugorje.ws » Text version » Articoli i Notizie » Medjugorje Libro Bigio » La forza dei messaggi - Medjugorje Libro Bigio -- Aprite i vostri cuori a Maria Regina Della Pace

Medjugorje Libro Bigio

Aprite i vostri cuori a Maria Regina Della Pace

Other languages: English, Italiano

La forza dei messaggi

Negli ultimi mesi la caratteristica dei messaggi è questa. A metà giugno in un messaggio la Madonna disse: «Cari figli in questo tempo Satana vuole bloccare tutti i miei programmi; pregate affinché non ci riesca, io pregherò mio Figlio Gesù affinché voi possiate sentire nelle prove la Sua vittoria».

Dopo una settimana nella quale la Parrocchia ha risposto con la preghiera e il digiuno, la Madonna disse: «In questa settimana voi avete sentito la presenza di Satana. Non abbiate paura perché Dio vi sorveglia tutti quanti. Io partecipo ad ogni vostra prova. Allora non abbiate paura».

E dopo, in questi giorni, noi abbiamo sentito un'onda delle grazie qua. Difatti adesso possiamo dirlo: i veggenti hanno annunciato il 2000° compleanno della Madonna. Ma il vescovo ci ha detto di non parlare fino a quando il Papa si pronunciasse. In queste condizioni la Madonna ci disse: «Se il Papa lo dice, fatelo; se non lo dice, allora abbandonatevi a me». E difatti noi sacerdoti non dicevamo niente del 2000° compleanno della Madonna, ma soltanto abbiamo spinto la gente alla conversione, alla preghiera, al digiuno. Ma la gente ha saputo dai veggenti ed anche alcuni giornalisti hanno pubblicato la data del 5 agosto come il 2000° compleanno della Madonna. Noi tutti sacerdoti in questi giorni abbiamo sentito un'onda delle grazie sul livello spirituale. Abbiamo visto tante confessioni veramente profonde. Io l'ho detto domenica: per me la giornata più bella della mia vita era quella di domenica, perché mi sono sentito veramente felice e poi ho sentito le grazie nelle confessioni. Noi sacerdoti abbiamo incontrato tante persone che andavano a far turismo, ma ad un certo momento le persone hanno sentito una forza: qualcuno che li portava proprio qui a Medjugorje a fare una confessione profonda. Abbiamo incontrato delle persone che non si confessavano da 10, 20, 35 anni e la gente proprio si buttava davanti al sacerdote a chiedere: «Come devo comportarmi? Come devo cambiarmi? Cosa devo fare?».

Io veramente ho sentito quel clima di Giovanni Battista quando la gente andava da lui a domandare: «Cosa dobbiamo fare?» Siamo consapevoli di tante grazie che la gente ha vissuto in questi giorni, in modo particolare sul livello spirituale, nella conversione del cuore. Quello che era caratteristico, dicono i veggenti, è che la Madonna il 5 agosto era contentissima, felice come mai. E comunque in questi giorni, prima del 5 agosto, la Madonna diceva tutte le sere: «Sono felice perché la gente prega tanto. Continuate, continuate, continuate».

Anche ieri ai veggenti ha detto: «Continuate e fatemi felice ogni giorno». Da qui tutti possiamo andare avanti. Il messaggio più profondo o, meglio, la strada che ci fa arrivare alla pace di cui parla la Madonna è la preghiera.

lo dico spesso ai pellegrini - e credo che voi mi avete sentito anche in diversi incontri registrati - tutto consiste nella preghiera. Proprio tutto consiste nella preghiera.

Io sono sempre contento di sentire la preghiera quando passo tra le case qui del paese. Quando sono passato qui in una famiglia dieci persone davanti alla casa pregavano il Rosario. Non hanno da fare altre cose nella campagna, prendono il Rosario e pregano. Proprio: questo messaggio è diventato una dolcezza, la gente si sente felice di poter pregare.

Se volete che io vi dica una cosa che dovreste portare a casa è questa: pregate, aumentate la preghiera. In un messaggio del 24 aprile di quest'anno la Madonna disse a Jelena: «Non c'è bisogno di informare la gente, la gente sa quello che bisogna fare. Quando si trova nella chiesa è felice. Torna a casa e continua la stessa strada. Dite alla gente: questo luogo è luogo di preghiera. Pregate».

Ecco io vorrei ripetere questo a voi: pregate, pregate, pregate. Pregate di più.

Quando dico «pregate» devo riconoscere dentro di me, io devo riconoscere la mia bugia grande. Anche nella vita pastorale, sacerdotale, spesso dicevo: «Non ho tempo per pregare, perché devo fare questo, devo fare quello». Ma nei giorni prima del 5 agosto ero carico di lavori, eppure ho pregato molto. Perché mi sono messo a pregare anche quando entravo in macchina: prendevo il Rosario e pregavo. Appena mi muovevo di qua e di là, mi mettevo a pregare.

E io ho scoperto la mia bugia, perché dicevo: «Non ho tempo per pregare». C'è tempo per pregare. Bisogna soltanto aver voglia di pregare e scoprire il valore della preghiera.

Allora mettetevi a pregare, a vivere i sacramenti e scoprirete la forza dei messaggi.

Pregare pregando, dedicare il tempo a Dio, prendere il Rosario, prendere il Vangelo, aver tempo per Dio.

Incontrarsi con Dio per cercare Dio, non pregare le preghiere. Quando io devo incontrarmi con Dio, mi metto davanti a Dio e non comincio a pregare «Padre nostro», ma mi metto davanti al Padre da bambino: «Io soffro adesso, ho mal di testa, sono teso: aiutami!». Ho questi problemi. Voglio essere raccolto, voglio cominciare un cammino per arrivare a Dio, allora non comincio la preghiera già fissata, ma io comincio ad andare a Dio per arrivare alla preghiera. Molte persone pregano le preghiere, non cercano Dio.

«Oggi sono oppresso, io ho tante difficoltà, io non posso stare davanti a Te calmo: aiutami!».

Fare questo cammino per arrivare a Dio. Così che le nostre preghiere diventino un incontro con Dio; non la preghiera per la preghiera. Questo è importante.

CP. Tomislav Vlasic - Medjugorje 7 agosto 1984)

 


 

PC version: Questa pagina | Medjugorje | Apparizioni  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Galleria[EN]  | Medjugorje Videos[EN]