Lingua 

Aggiornamenti  | Medjugorje  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Video  | Galleria | Mappa del Sito  | Sulle[EN]  | Registro degli Ospiti

www.medjugorje.ws » Text version » Articoli i Notizie » Gospa: I gruppi di preghiera sono forti

Gospa: I gruppi di preghiera sono forti

Other languages: English, Deutsch, Français, Italiano, Polski

Grandi folle sono venute a Medjugorje per il 23° Anniversario delle Apparizioni. Che sorpresa è stata per tutti ascoltare il bel messaggio dato dalla Gospa per questa occasione! (vedi PS 1) Una gioia celestiale era tangibile allâincontro e la si leggeva sui volti dei presenti.

Questo messaggio, apparentemente così semplice, mi sembra che contenga, tra le righe, una chiave di lettura importante, per afferrare il pensiero della Vergine riguardo al futuro. In questo Anniversario in cui la Gospa raccoglie il maggior numero di suoi figli da tutti i continenti, in questo giorno nel quale Lei è più che mai ascoltata, ci fa una confidenza: "I gruppi di preghiera sono forti ". Perché non ha detto: le parrocchie sono forti oppure: le famiglie sono forti, o: i seminari sono forti, etc·??? Eâ inutile puntualizzare qui una situazione che tutto il mondo già conosce: le famiglie non sono ora più deboli che mai? La Regina della Pace, specificando i gruppi di preghiera sembra che ci indichi la sorgente principale della sua speranza per lâavvenire del mondo e della Chiesa. Lei conta principalmente sui gruppi di preghiera. Essi hanno ed avranno, senza dubbio, un sempre maggior ruolo nella Chiesa, essi anticipano la Nuova Pentecoste dâAmore. "·attraverso loro, figliolini, posso vedere che lo Spirito Santo agisce nel mondo", ci dice. Come un parafulmine attira il fulmine, così un gruppo di preghiera attira il Fuoco dello Spirito Santo. Si è visto nella storia che nel momento delle persecuzioni le piccole unità di preghiera hanno mantenuto viva la fede nei loro paesi ed oggi lâOccidente è perseguitato dallâoppressione del materialismo, dal satanismo e dallâimposizione di leggi che offendono gravemente il Creatore. Allora per formare un gruppo di preghiera è sufficiente che due o tre persone formino un sol cuore ed uniscano le loro voci per pregare Dio. Migliaia di gruppi di preghiera si sono formati nel mondo sullâinvito di Medjugorje, alcuni sono piccoli come numero ma quanto importanti davanti a Dio! La Gospa predilige ciò che è nascosto agli occhi degli uomini ma splendido davanti a Dio. Ciò che è grande, è lâunione dei cuori, una unione che si divinizza ogni giorno di più. In questa unità si trova la vera forza. Eâ dinamite! Satana odia questa unità.

Quando la Gospa è venuta a Medjugorje, la parrocchia esisteva di già, come le famiglie e le comunità religiose (i francescani). Ma Lei ha voluto creare un nuovo gruppo di preghiera!! Lei stessa ha scelto i responsabili ed ha indicato per nome alcuni giovani che dovevano farne parte. Certamente senza escludere il resto, al contrario! La Vergine ha benedetto e guidato la parrocchia e le sue famiglie, benedice ancora ogni realtà della Chiesa, ma sa che queste realtà sono vive in Dio, solo se domina lâunione dei cuori. "Cari figli, lo scopo del gruppo di preghiera, non è la preghiera, ma lâamore! La preghiera è il mezzo per ottenere lâamore" . Le parrocchie e le famiglie dovrebbero essere i più bei gruppi di preghiera! Per le famiglie ha precisato: "Che il vostro primo gruppo di preghiera sia la vostra famiglia". Una famiglia è forte solo se i suoi membri vivono tra di loro questa unione dâamore in Dio, ed è la stessa cosa per le parrocchie, comunità o gruppi cristiani diversi. Il gruppo di preghiera ha il compito di promuovere la comunione tra i membri di una famiglia o di una parrocchia; e se è veramente vivo, ne nasceranno molte iniziative e vocazioni.

Lâintensa educazione che la Gospa ha dato ai giovani del gruppo di preghiera, comportava esigenti esercizi di reciproca accoglienza e di carità fraterna. Le simpatie e le naturali attrazioni (che si esauriscono sempre più velocemente al giorno dâoggi!) dovevano far posto a questo tipo dâamore soprannaturale effuso dallo Spirito Santo nei nostri cuori, gioiso e oblativo. A prima vista, le richieste ed i sacrifici chiesti dalla Vergine a questi giovani potevano sembrare duri, ma nessun membro del gruppo rimpiange assolutamente di essere stato ad una tale scuola. Eâ la scuola della Madre di Dio! I giovani hanno bisogno di queste richieste, le ricercano. (Si ha una paura eccessiva di scoraggiare i giovani dando loro il Vangelo così comâè, ma quanti santi non sarebbero mai giunti alla santità se fosse stata presentata loro una visione edulcorata della vita cristiana? Non è proprio questa visione edulcorata che ha svuotato le chiese?)

Nel Giugno 1983, la Vergine dettò a Jelena Vasilj le regole del gruppo di preghiera che cominciava a costituirsi. Queste regole, ne sono sicura, andrebbero direttamente al cuore di molti giovani e meno giovani in ricerca disperata di un cammino che valga la pena.

"1. Rinunciate a tutte le passioni e a tutti i desideri disordinati. Evitate la televisione, particolarmente le trasmissioni negative, gli sport eccessivi, il piacere eccessivo di cibo e bevande, di alcool, di tabacco, etc.

2. Abbandonatevi senza alcuna riserve a Dio

3. Bandite definitivamente lâangoscia. Lâangoscia non trova posto nel cuore di chi si abbandona a Dio. Le difficoltà sussisteranno ma serviranno alla crescita spirituale e renderanno gloria a Dio.

4. Amate i vostri nemici. Bandite dai cuori odio, acredine, giudizi preconcetti. Pregate per i vostri nemici e chiedete per la benedizione divina.

5. Digiunate due volte alla settimana a pane e acqua. Partecipate al gruppo almeno una volta alla settimana.

6. Consacrate ogni giorno almeno tre ore alla preghiera, di cui almeno una mezzâora alla mattina ed alla sera. In questo tempo di preghiera sono compresi la santa messa ed il rosario. Riservatevi dei momenti di preghiera durante il giorno e fate la Santa Comunione tutte le volte che le circostanze lo permettono. Pregate con gran raccoglimento. Non guardate continuamente lâorologio ma lasciatevi condurre dalla grazia di Dio. Non preoccupatevi troppo delle cose del mondo ma affidate tutto nella preghiera al nostro Padre Celeste. Se si è troppo preoccupati, non si può pregare bene perché mancherà la pace interiore. Dio contribuirà a portare a buon fine le cose di quaggiù se ci sforziamo di lavorare per le sue cose. Coloro che vanno a scuola o al lavoro devono pregare una mezzâora alla mattina ed alla sera e, se possibile, partecipare allâEucarestia. Bisogna portare lo spirito di preghiera nel lavoro quotidiano, cioè accompagnare il lavoro con la preghiera.

7. Siate prudenti perché il diavolo tenta tutti coloro che hanno preso la decisione di consacrarsi a Dio. Suggerirà loro che pregano troppo, che digiunano troppo, che devono essere come gli altri giovani e ricercare il piacere. Se non lo ascoltate, non potete obbedirgli. Dovete prestare attenzione alla voce della Gospa. Quando sarete rafforzati nella fede, il diavolo non potrà più sedurvi.

8. Pregate molto per il vescovo ed i responsabili della Chiesa. Almeno la metà delle vostre preghiere e dei vostri sacrifici deve essere consacrata a questa intenzione."

Il 23 Maggio 1983, la Vergine aveva detto a Jelena: "Raduna una ventina di giovani che siano pronti a seguire Gesù senza riserve. Radunali entro un mese. Io li inizierò alla vita spirituale. Possono essere anche più di venti. Anche adulti e bambini possono farne parte, tutti coloro che accetteranno la regola. A queste persone io domanderò di fare penitenza per alcune intenzioni. Digiuneranno e pregheranno per il vescovo. Rinunceranno a ciò cui tengono di più, alle bevande, al caffè, ai piaceri, alla televisione. Devono essere persone che desiderano consacrarsi alla vita spirituale; e altre pronte a consacrarsi più specialmente alla preghiera ed al digiuno. Io darò loro delle regole da seguire. Coloro che seguiranno queste regole saranno consacrate, qualsiasi sia il loro stato." (PS2).

2. I gruppi di preghiera sono una istituzione divina. In effetti, Gesù ha detto ai suoi discepoli: "In verità, in verità vi dico ancora: se due di voi sopra la terra si accorderanno per domandare qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli ve la concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro". Mt (18, 19-20) Nel pensiero giudeo-cristiano, lâespressione Œnel mio nomeâ molto ricco di significato, come vedremo più avanti.

Se oggi, la Gospa ci indica questa forza nella Chiesa, vuol dire che ci chiama a vivere questa gioia di pregare assieme. Se qualcuno è isolato nella fede e nella preghiera, mi sembra che la Madonna non gli rifiuterà la grazia di trovare un fratello o una sorella con cui pregare. Come dice Vicka: "Basta chiedere!".

 


 

PC version: Questa pagina | Medjugorje | Apparizioni  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Galleria[EN]  | Medjugorje Videos[EN]