Lingua 

Aggiornamenti  | Medjugorje  | Messaggi  | Articoli i Attualitaè  | Video  | Galleria | Mappa del Sito  | Sulle[EN]  | Registro degli Ospiti

www.medjugorje.ws » Text version » Medjugorje Apparizioni » Guida del Santuario della Regina della Pace Medjugorje

Guida del Santuario della Regina della Pace Medjugorje

Other languages: English, Čeština, Deutsch, Español, Français, Hrvatski, Italiano, Polski
«Noi vescovi, dopo una triennale commissione di studio, accogliamo Medjugorje come luogo di pellegrinaggio e santuario. Questo vuol dire che non abbiamo nulla in contrario se qualcuno onora la Madre di Dio in una maniera che sia conforme all'insegnamento ed alla dottrina della Chiesa... Pertanto proseguiremo gli studi. La Chiesa non ha fretta.»

Sua Eminenza, Cardinale Dr. Franjo Kuharić, arcivescovo di Zagabria

(Glas Koncila, 15 augusto 1993)

Parrocchia di Medjugorje e Le apparizioni della Madonna

Parrocchia di Medjugorje

La parrocchia di Medjugorje si trova in Erzegovina, 25 km a sud-ovest di Mostar. Medjugorje (il nome è d'origine slava e significa una regione tra due monti) con i villaggi di Bijakovići, Vionica, Miletina e Šurmanci, forma una parrocchia cattolica romana nella quale oggi (nel 2002) vivono circa 4000 abitanti. La pastorale è affidata ai sacerdoti della provincia francescana d'Erzegovina dell'Assunzione di Maria.

Tutta la regione è abitata da croati che hanno accolto il cristianesimo 13 secoli fa. Nei documenti storici, il villaggio è citato per la prima volta nel 1599. La parrocchia attuale è stata fondata nel 1892 e dedicata a San Giacomo apostolo, santo prottettore dei pellegrini.

Fino al 24 giugno 1981, a Medjugorje si viveva come negli altri villaggi di questa regione: la gente lavorava la terra, piantava il tabacco e la vite, produceva vino e verdure per sovvenire alle necessità modeste delle loro famiglie. A causa delle condizioni sociali difficili erano numerose le persone che lasciavano il paese per stabilirsi altrove: nei paesi d'oltremare e nell’Europa occidentale, come pure nelle città della Bosnia-Herzegovina e della Croazia.

Le apparizioni della Madonna

Nel 1981, quando le apparizioni sono cominciate, la vita della parrocchia è cambiata: oltre ai veggenti, la Madonna ha scelto tutta la parrocchia ed i pellegrini per essere suoi testimoni e suoi collaboratori. È particolarmente evidente nel messaggio in cui dice:

“Ho scelto specialmente questa parrocchia poiché vorrei guidarla."

Il 24.6.1981 verso le ore 18, sei giovani della parrocchia di Medjugorje, Ivanka Ivankovic, Mirjana Dragicevic, Vicka Ivankovic, Ivan Dragicevic, Ivan Ivankovic e Milka Pavlovic, hanno visto, sulla collina Crnica, alcune centinaia di metri sopra il luogo chiamato Podbrdo, una figura bianca con un bambino in braccio, che fa loro segno con la mano di avvicinarsi. Sorpresi e spaventati, non lo hanno fatto.

Il giorno dopo alla stessa ora, il 25.6.1981, quattro di loro, Ivanka Ivankovic, Mirjana Dragicevic, Vicka Ivankovic ed Ivan Dragicevic, si sono sentiti fortemente attirati verso il luogo dove, il giorno precedente, avevano visto Quella che hanno riconosciuto come la Madonna. Marija Pavlovic e Jakov Colo li hanno raggiunti. Il gruppo dei veggenti di Medjugorje era formato. Hanno pregato con la Madonna ed hanno parlato con lei. Da quel giorno, hanno avuto le apparizioni quotidiane, insieme o separatamente. Milka Pavlovic ed Ivan Ivankovic non hanno mai più visto la Madonna

Il terzo giorno delle apparizioni, il 26 giugno 1981, la Madonna ha invitato per la prima volta alla pace con le parole:

Pace, pace, pace e soltanto pace! La pace deve regnare tra Dio e gli uomini, e tra gli uomini.”

Attirato dalle apparizioni e dall'appello della Madonna, il popolo - inizialmente della parrocchia, quindi di altri luoghi e finalmente del mondo intero - ha iniziato a riunirsi e a pregare."

Fin dall'inizio delle apparizioni sono cominciate le persecuzioni contro i veggenti, i loro genitori e le loro famiglie, contro i parrocchiani ed i sacerdoti, e anche contro i pellegrini. I veggenti hanno dovuto sostenere alcuni interrogatori da parte della polizia e diversi esami psichiatrici che hanno sempre confermato il loro buono state di salute. Gli esami realizzati nel corso degli anni successivi hanno confermato il loro buono state di salute.

Il Padre Jozo Zovko, allora parroco, è stato fermato un mese e mezzo dopo le prime apparizioni. Un tribunale comunista lo ha condannato pur essendo innocente a tre anni e mezzo di prigione.

Grazie alle apparizioni della Regina della Pace, Medjugorje - una parrocchia rurale ordinaria - è diventato un luogo di incontro di tantissimi pellegrini del mondo intero (nel corso dei primi 20 anni circa 20 milioni), e così uno dei più grandi centri di preghiera nel mondo, comparabile a Lourdes e a Fatima. Innumerevoli pellegrini dicono che è precisamente in questo luogo che hanno trovato la fede e la pace.

Secondo la testimonianza unanime dei veggenti, la Madonna dona loro i messaggi da trasmettere alla parrocchia e al mondo. Si tratta soprattutto di PACE, di FEDE, di CONVERSIONE, di PREGHIERA e di DIGIUNO. I parrocchiani e i pellegrini sono i primi chiamati a diventare testimoni delle apparizioni e dei messaggi, per poi raggiungere con i veggenti la Regina della Pace per la realizzazione del suo piano: la conversione del mondo e la sua riconciliazione con Dio.

Alla fine del 1982, la Regina della Pace si è rivolta attraverso locuzioni interiori (Locutio cordis) a due ragazze di dieci anni: Jelena e Marijana Vasilj. Dal 1983 al 1987, attraverso il loro gruppo di preghiera, la Madonna stessa dava consigli al movimento di preghiera che si è formato fin dall'inizio delle apparizioni.

I messaggi della Regina della Pace a Medjugorje formano una scuola specifica di pace, di preghiera e d'amore.